Vongole veraci - Come cucinarle

spaghetti alle vongole

Tre semplici modi per cucinare le vongole veraci

Scotadeo

Far aprire le vongole su un tegame basso con coperchio a fuoco moderato, senza aggiungere acqua, con aglio tagliato a pezzi, olio extra-vergine di oliva ed un pizzico di pepe nero. Alla completa apertura delle VONGOLE aggiungere una manciata di prezzemolo e servire.

Spaghetti alle vongole

Far aprire i bivalvi su un tegame basso con coperchio, senza aggiungere acqua, a fuoco moderato con aglio tagliato a pezzi, olio extra-vergine di oliva ed un pizzico di pepe nero o un po’ di peperoncino.
A parte, cuocere gli spaghetti al dente e dopo averli scolati farli saltare nel tegame con i molluschi.
Prima di servire, aggiungere una manciata di prezzemolo ed un po’ di pane grattugiato.
Suggerimento: il sugo può essere fatto con tutti i molluschi bivalvi e si possono aggiungere anche pomodori per una spaghettata  “in rosso”.

Zuppa di patate di terra e patate di mare

Lessare 6 patate, pelarle e passarle al mixer assieme a brodo di pesce o brodo vegetale vegetale fino ad ottenere una purea semiliquida.
In una padella larga mettere dell’aglio tritato, olio extra vergine di oliva, poco prezzemolo,  aggiungere  1 kg di vongole, una spruzzata di vino bianco e farle aprire a fuoco vivace per 4-5 minuti coprendo la padella con un coperchio.
Sgusciare e tenere al caldo i frutti avendo l’accortezza di conservare 3 o 4 vongole con le valve per guarnire ogni piatto. Recuperare il liquido di cottura delle vongole filtrandolo ed amalgamarlo con la purea.
Incorporare alla minestra le vongole sgusciate ed aggiustare di sale e pepe.
Il piatto, da mangiare ovviamente con il cucchiaio, può essere completato  con crostini di pane abbrustolito.