Crassostrea gigas o Ostrica concava

ostrica concava

NOME ITALIANO: Ostrica concava
NOME SCIENTIFICOCrassostrea gigas
COD. FAO ALPHA3: OYG
NOME CONOSCIUTO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA E VENETO: Ostrega portoghese

Descrizione

Conchiglia inequivalve di forma variabile generalmente allungata e costolature radiali più o meno pronunciate. La colorazione esterna è bruno chiara; all’interno è invece bianco lattea. La fecondazione delle uova avviene all’esterno e le larve planctoniche cercano il substrato duro su cui fissarsi.

Dimensioni
Può raggiungere taglie massime (altezza) fino a 400 mm.
Habitat
Vive attaccata a scogli, rocce e numerosi substrati duri (naturali ed artificiali) della zona litorale e sommersa.
Diffusione
Specie alloctona di origine pacifica dove viene intensamente allevata. Importata in Atlantico e nel Mediterraneo dov’è particolarmente presente in Adriatico ed lungo tutti i mari costieri europei sia in banchi naturali che in allevamenti.
Valore commerciale
Specie intensamente allevata e molto apprezzata ma di valore inferiore a quello di Ostrea edulis. Viene consumata per lo più cruda.
Cucina (cenni)
L’ostrica, viva e vitale, viene semplicemente aperta con un coltello appuntito e servita con alcune gocce di limone. Può essere anche usata per preparare delicati primi e si presta anche a gratinatura.